Benvenuti a bordo Afroitaliani-su sta nave non s'affonda

 

Razzismo all'italiana

Scopri delle avventure di un'afroitaliana nella mitica Val Padana sul mio nuovo libro.

La prefazione è firmata Cécile Kyenge!

Acquistalo qui.

Vuoi adottarlo nella tua città? Puoi farlo qui!

How music dies


Esplora voci e culture dal mondo attraverso il testo più hot sulla world music, firmato dal produttore Grammy, Ian Brennan. E sogna attraverso le foto della sottoscritta per catapultarti in villaggi sconosciuti, deserti sconfinati e isole proibite. In inglese, per puri cultori musicali;D

Acquistabile qui!

Social

Salvate Marie-Claire, dal Rwanda!

 

 

 

 

SALVATE MARIE-CLAIRE!

 

La bambina con l'occhio gonfio è Marie-Claire. Viene dal Rwanda, paese di mia madre, e soffre di un tumore terminale a occhio e cervello.

Aiutateci a salvarla, ha solo 11 anni ed è orfana di madre.

Cliccate qui per donare.

Per saperne di più, cliccate qui

 

SUPPORT AFRICAN MUSIC

 

 

 

Fuori i razzisti dalle nostre scuole

 

La scuola riapre le porte a tutti, ma i razzisti non sono ammessi quest’anno. 

Ricordo il mio primo giorno di scuola. Cartella in cuoio prestata, polpette in testa, grembiulino candido. Una voglia immensa d’imparare e conoscere i miei nuovi compagni, ma anche la paura dell’ignoto. Fu quel giorno che scoprii di essere nera, anzi, “negretta”.  

Sorelle d'Italia

 

Italia riottosa, Italia indecisa, Italia conservatrice. Così ce la marchiano le testate internazionali, dopo i recenti eventi politici che hanno portato la Lega Nord alle redini del nostro Paese.

La mia Italia? E’ femmina, è progressiva e multiculturale.

 

Manifesto di Afroitalian al cubo

 

Tre anni. Il primo anno è stato quello di rodaggio. Costruire per la prima volta una salda rete di amicizie africane, italiane e afroitaliane. Per me, assente da Facebook da sei anni, l’impresa fu non poco ardua. Anno due: conoscerle personalmente quelle amicizie. Il mio libro, “Razzismo all’italiana”, ha fatto da catalizzatore in tutta Italia. Terzo anno: nasce la mia bimba, Cuore, e insieme a lei la pagina “Mammamia!” Ma non solo…

Manifesto di un blog all'ennesima potenza

 

Due anni fa nasceva Afroitalian. Un anno fa lo abbiamo festeggiato: nel post ripetevo spesso il verbo “partorire”. Chi avrebbe immaginato che quest’anno avrei proprio partorito una piccola afroitalianina? Di terza generazione, spumeggiante e fresca fresca di primule, api e raggi di sole... 

 

Razzismo, polenta e bullismo

 

E’ tornato settembre, raga. E con settembre Afroitalian riapre i battenti a suon di musica, biscotti rwandesi e pagine piccanti. Quelli di “Razzismo all’italiana -cronaca di una spia mezzosangue”, il mémoir di un’afroitaliana pazza di polenta e alla ricerca delle sue radici. Seppellite sotto strati di fondotinta troppo chiari, bambole bianche, saponi sbiancanti e disarriccianti per capelli. Un cammino travagliato, raccontato con pungente ironia dalla sottoscritta: bambina ricciolosamente in lotta contro il male, adolescente pericolosamente bianca. A dispetto della pelle nera, una mamma rwandese e i cartelloni della Lega Nord che costantemente ti ricordano: “Negri fuori”.

 

Razzismo all'italiana su Rai 1

 

Vi è mai capitato di sognare a occhi aperti? Volare oltre le sfide quotidiane, i pensieri cattivi, le pagine bianche, e atterrare su una nuvola nera. E qui, amici miei, il nero è tutto tranne che negativo: è zucchero filato misto a cuore palpitante, in un proiettile adrenalinico diretto sulla mia testa ricciolosa. 

Andiamo al dunque, giovedì mattina sono stata ospite di Uno Mattina per presentare il mio libro “Razzismo all’italiana -cronache di una spia mezzosangue”. L’altro ieri. In diretta su Rai 1 esattamente alle 9:52. Per me, ragazza di periferia cresciuta tra palazzoni e fabbriche, il regno di Saxa Rubra ha esercitato il proprio incanto. E lo so, suonerò un po’ paesanotta un po’ mortacciona, ma io, ‘sta cosa, non me la sarei mai sognata...

 

Un anno con Afroitalian: manifesto di un blog

 

Non aspettatevi lazzi, fuochi d’artificio o cascate di pasticcini. Afroitalian compie un anno ma io 35.

Proprio un anno fa, mentre festeggiavo il mio compleanno con la mia dolce metà al mare, partorivo l’idea di un blog. E dopo 7 anni lontana da Facebook e social network in generale, partivo da zero. 

L’idea era quella di conoscere ragazzi, donne e uomini di origini africane come me, nate o cresciute in Italia. Incluse le loro mamme e i loro papà, i loro partner di vita o di lavoro, persone con una connessione all’Africa e all’Italia, scottate dal fuoco che tutto ciò comporta: razzismo e amore, incomprensioni e rivelazioni. 

 

Il mio libro a Parma: tra multicultura e carrambate

 

“Razzismo all’italiana” è approdato a Parma. Ieri sera, alla Libreria Ubik del centro, l’amico Andrea Casale ha dato vita a uno degli eventi più belli dell’anno. La sala gremita con tanto di gente fuori a ascoltare, ne è stata la prova. Ma non solo: il pubblico è stato protagonista di una festa multiculturale in cui abbiamo scambiato opinioni sul caldo tema del razzismo. 

 

Adotta un libro afroitaliano!

 

Maleducato, sfacciato, divertente. Se avete voglia di portarvi questo siddetto libro a casa vostra, nella vostra città, possiamo avviare le pratiche dell’adozione. Adotterete il libro “Razzismo all’italiana- cronache di una spia mezzosangue” (acquistatelo qui) e farete un’opera di bene. Vi spiego come e perché...

 

RSS feed