Benvenuti a bordo Afroitaliani-su sta nave non s'affonda

 

Razzismo all'italiana

Scopri delle avventure di un'afroitaliana nella mitica Val Padana sul mio nuovo libro.

La prefazione è firmata Cécile Kyenge!

Acquistalo qui.

Vuoi adottarlo nella tua città? Puoi farlo qui!

How music dies


Esplora voci e culture dal mondo attraverso il testo più hot sulla world music, firmato dal produttore Grammy, Ian Brennan. E sogna attraverso le foto della sottoscritta per catapultarti in villaggi sconosciuti, deserti sconfinati e isole proibite. In inglese, per puri cultori musicali;D

Acquistabile qui!

Social

Salvate Marie-Claire, dal Rwanda!

 

 

 

 

SALVATE MARIE-CLAIRE!

 

La bambina con l'occhio gonfio è Marie-Claire. Viene dal Rwanda, paese di mia madre, e soffre di un tumore terminale a occhio e cervello.

Aiutateci a salvarla, ha solo 11 anni ed è orfana di madre.

Cliccate qui per donare.

Per saperne di più, cliccate qui

 

SUPPORT AFRICAN MUSIC

 

 

 

La mia Nappy Cambogiana

Sono in Cambogia, Paese meraviglioso, con gente cordiale e cibo fantastico. Il mio viaggio è di lavoro. Eppure vengo distratta da qualcuno…

Durante il servizio fotografico che sto conducendo, mi imbatto in questo cucciolo umano splendidamente ricoperto di boccolini. Una Nappy in piena regola! (Per chi non lo sapesse: Nappy è una persona "Naturally Happy", cioè felice di portare i propri capelli afro al naturale, senza stirature o intrugli chimici alliscianti).

E’ l’unico caso durante il mio soggiorno a Nord, Sud, Est e Ovest del Paese. 

Una rarità insomma. Certo, i suoi ricci arrivano appena a un tipo 3, ma è un caso raro in questo paese dove donne e uomini hanno lunghi capelli lisci. 

Io stessa mi sento speciale. L’altro giorno stavo tenendo in braccio un bambino che non finiva più di giocare coi miei riccioli. Anche le persone mi osservano incuriosite… 

E come si trova un’afroitalian in Cambogia? Benissimo. La nostra base è vicino al mare, e per una pescetariana come me, è il Paradiso.

Sono qui per fotografare alcuni musicisti e l’accoglienza è alle stelle. Anche il cibo è ottimo: ho assaggiato i rospi alla griglia ripieni (di arachidi e lemongrass), e un appetizer di tarantole fritte! Sì, lo so che al solo sentire sta roba verrebbe da vomitare. Non è così: io sono per l’apertura verso le cucine del mondo. Mi pento solo di non aver assaggiato le palline di serpente :D

 

La Cambogia è un paese che ha vissuto un terribile genocidio conclusosi solo a fine anni ’70.  Il 90% degli artisti è stato volontariamente eliminato. I bambini usati come soldati.

E’ la stagione delle piogge: il vento soffia sulla paglia delle capanne, sulle corde del trosor di un vecchio maestro, sui pali della luce dove vedo un uomo trascinato a terra dai soccorsi; e si spinge più in alto, tra le gonne delle prostitute nei nightclub all’aperto, sulle palme degli hotel francesi, contro i vetri dei grattacieli cinesi; per poi giocare coi miei bei boccoli, come il bambino che tenevo in braccio l’altra sera.

Comments

June 28, 2015 @06:49 am by — Andreas
 

Che amore. Ma come si chiama? Certo che non capisco come fai a mangiare le tarantole e i rospi. io non riuscirei neanche pagato, chapeau.

June 22, 2015 @06:21 am by — Marilena
 

Vero che è bellissima? Le tarantole erano croccanti e sapevano di pesce fritto, non male ti dirò...

June 22, 2015 @06:18 am by — Estella
 

Che bella questa bambina, ma cosa fa manda un bacio? Le tarantole di cosa sapevano?

Leave a comment:

  •