Benvenuti a bordo Afroitaliani-su sta nave non s'affonda

 

Razzismo all'italiana

Scopri delle avventure di un'afroitaliana nella mitica Val Padana sul mio nuovo libro.

La prefazione è firmata Cécile Kyenge!

Acquistalo qui.

Vuoi adottarlo nella tua città? Puoi farlo qui!

How music dies


Esplora voci e culture dal mondo attraverso il testo più hot sulla world music, firmato dal produttore Grammy, Ian Brennan. E sogna attraverso le foto della sottoscritta per catapultarti in villaggi sconosciuti, deserti sconfinati e isole proibite. In inglese, per puri cultori musicali;D

Acquistabile qui!

Social

Salvate Marie-Claire, dal Rwanda!

 

 

 

 

SALVATE MARIE-CLAIRE!

 

La bambina con l'occhio gonfio è Marie-Claire. Viene dal Rwanda, paese di mia madre, e soffre di un tumore terminale a occhio e cervello.

Aiutateci a salvarla, ha solo 11 anni ed è orfana di madre.

Cliccate qui per donare.

Per saperne di più, cliccate qui

 

SUPPORT AFRICAN MUSIC

 

 

 

Salvate Marie-Claire dal Rwanda!

 

Dolce, umile e di un’intelligenza disarmante. Lei è Marie-Claire e in questa foto è la bambina con l’occhio e il viso gonfio, affetto da un orribile tumore terminale. Vive in un villaggio piccolissimo, a un’ora da Kigali, capitale del Rwanda. Il Rwanda è il paese di mia madre. Come ho conosciuto Marie-Claire?

AL FESTIVAL DEL CINEMA AFRICANO

 

Sono afroitaliana ed ogni mio poro scalfisce la pietra e valica i confini. Disegna vortici e colora le nuvole, per farmi atterrare nella terra dei Festival e delle persone. Quelle umane, che si riuniscono per pensare e pensano per cambiare. 

 

Festival del Cinema Africano: noi ci saremo!

 

Cinema, Cinema, Cinema! La mia vita scorre bombardata da immagini prepotentemente occidentali: pellicole da Stati Uniti, Italia, Europa in generale. Eppure io sono il frutto non solo di una cultura Occidentale (papà italiano) ma anche africana (mamma ruandese). Se non fosse per mio marito e il nostro fantastico lavoro che ci porta in giro per il mondo a registrare artisti di strada da Paesi come Rwanda, Malawi, Sud Sudan ecc… non sarei che il prodotto sbiadito di una macchina commerciale elitista. Esagero? Forse. Ma quando sento di iniziative stupende come quella di un Festival dedicato a registi e artisti da Africa, Asia e America Latina, faccio un profondo inchino e mi scrollo di dosso i Johnny Depp, le Katy Perry, le mille Kardashian, più tutte quelle particelle inquinanti che m’hanno intaccato cuore e psiche da quando sono al mondo.

 

 

Contro il razzismo Day

 

Finalmente sono tornata in Italia. Ero partita a metà gennaio per l’Africa e a febbraio sono sbarcata negli USA, dopo un toccata e fuga a Roma per la presentazione del mio libro. E ora? Celebriamo la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Discriminazione Razziale!

 

 

Ballerini Rwandesi fuggiti da Expo

Giovedì scorso, 2 luglio, è stato inaugurato il Padiglione Rwanda. C’ero anch’io. Anch’io mi sono lasciata trasportare dalla musica travolgente dei ballerini Intore. Tra loro due volti, un uomo e una donna. Me li ricordo bene. Ora sono ricercati per non essersi presentati in aeroporto il 4 luglio. Dove sono finiti Leon e Jeannine?

 

RSS feed